Il canale dei prestiti online per finanziare PMI e Start-Up

Crescono i prestiti online erogati dai privati alle aziende. Il fenomeno, che in linguaggio tecnico si chiama business lending, è in fermento anche da noi in Italia e nuove formule e realtà si affacciano sulla scena. Nel 2017, secondo una studio del Politecnico di Milano, i capitali concessi alle imprese italiane sono triplicati fino a quota 15 milioni di euro. L’incremento prosegue e ritmi boom anche quest’anno.

Le piattaforme: da poco in questo mercato è arrivata The Social Lender, piattaforma web per i prestiti che si rivolge a PMI, Start-Up e microimprese. Ai prestatori offre tassi d’interesse che arrivano al 9,5% (il livello dipende dal merito creditizio). La media del tasso offerto da The Social Lender è del 6%. Il canale è interessante per i privati che possono impiegare somme anche di poche centinaia di euro. “Il nostro strumento è completamente privo di costi di gestione e il prestatore ha la possibilità di monitorare costantemente l’andamento del proprio investimento e ritirare il proprio capitale e gli interessi in qualsiasi momento senza costi di “disinvestimento” ” spiega Silvano Salandin, CEO di The Social Lender. Quella del business lending è una forma di finanziamento nata da pochi anni. In Italia opera anche Borsa del Credito e Lendix. Basa gran parte del proprio successo sui vantaggi della disintermediazione e sull’immediatezza di accesso offerta dai nuovi canali di Internet. L’ok alle aziende per il credito arriva in poche ore e l’erogazione è disponibile in pochi giorni. Le PMI pubblicano le proprie richieste di credito sulle piattaforme web. Descrivono il progetto che vogliono finanziare e offrono tutte le informazioni necessarie a chi vuole farsi un’idea della proposta. Ovviamente a monte viene effettuata una selezione delle attività più convincenti. “I progetti che verifichiamo e successivamente pubblichiamo come opportunità di investimento in piattaforma si attestano per la gran parte attorno al Rating B” spiega Salandin. Ogni azienda che si presenta ai potenziali finanziatori ha tra i requisiti anche un’assicurazione che copre i prestatori dal rischio di possibili guai finanziari. Inoltre, la cifra da raccogliere è spezzettata e ripartita su più finanziatori. In questo modo i pericoli sono mitigati.


 

 

« »

Contattaci

Hai bisogno di aiuto o di supporto? Qui trovi tutti i riferimenti utili ad entrare in contatto con noi.

info@thesociallender.it +39 340 752 1383 Corso Vercelli, 5 - Milano


Follow us on

 

The Social Lender S.r.l. è Agente dell'Istituto di Pagamento comunitario LemonWay SAS , registrato con il numero 201801128 presso ACPR (Autorité de Control Prudentiel et de Résolution), vigilato da Banca di Francia.

La piattaforma, insieme all'Istituto di Pagamento, applica le Risk Procedures necessarie unitamente all'AML-CTF (anti-money landering e counter-terrorism financing), KYC (Know Your Customer) e PEP Status Verification (Politically Exposed Person).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi