Come gestire i propri risparmi senza correre rischi

In questo articolo vogliamo darti cinque consigli pratici per gestire i propri risparmi al meglio in ottica futura utilizzando il Lending Crowdfunding come strumento di finanza alternativa utile a migliorare la propria situazione economica personale.

Eh già perché gestire i propri risparmi senza correre rischi è oggi una missione davvero difficile per diversi motiviGestire risparmi senza rischiare

In primo luogo perché viviamo in una società che per sua struttura interna ci spinge continuamente a spendere ciò che guadagniamo con fatica.

In secondo luogo per via del cambiamento che hanno subito gli stessi soggetti che una volta ci aiutavano a far fruttare i nostri soldi.

Sì, stiamo parlando proprio di quelle banche che da istituti di credito si sono trasformati in consulenti finanziari e sembrano aver dimenticato la loro preziosa funzione di protettori dei nostri risparmi. E i risultati non sono stati sempre dei migliori come i recenti fatti di cronaca dimostrano.

In un periodo storico in cui è sempre più difficile trovare un lavoro che possa darci un’entrata fissa, riuscire a risparmiare e soprattutto a gestire in modo oculato il proprio denaro è diventata una capacità di vitale importanza.

Il fatto che gli interessi sui conti bancari o sui libretti postali siano praticamente uguali a zero, ci ha fatto perdere quelli che una volta erano alleati preziosi in fatto di risparmio.

È necessario quindi trovare sistemi alternativi che aiutino ad affrontare con sicurezza il presente e a migliorare la propria situazione economica nel futuro.

È qui che entra in gioco il Lending Crowdfunding.

Come gestire i propri risparmi attraverso il Lending Crowdfunding

Il Lending Crowdfunding è un sistema che permette a un privato di concedere un prestito a un’impresa reale, ricevendo in cambio un tasso di interesse sulla somma di denaro elargita.

Abbiamo già parlato dei punti di forza del Social Lending qui: Il lending crowdfunding e la figura del ‘Segnalatore di Pregio’.

Se non l’hai ancora letto e non conosci nel dettaglio cosa sia il Lending Crowdfunding fallo ora, potrebbe essere molto interessante.

Altrimenti eccoti subito dei semplici e pratici spunti che ti aiuteranno a muoverti con migliore efficacia tra i progetti presenti su questa piattaforma ma che possono essere anche considerati delle regole generali per qualunque tipo di investimento.

Iniziamo subito:

  1. Diversifica il tuo portafoglio investimenti informandoti sulle tendenze dei diversi settori dei progetti proposti sulla piattaforma.
  2. Diversifica il valore investito e la tipologia di investimento a seconda che il progetto scelto sulla piattaforma sia assicurato o meno.
  3. Diversifica il valore investito e la tipologia di investimento a seconda che il progetto scelto sulla piattaforma sia per lo sviluppo aziendale di una PMI oppure di una Start-Up o una micro-impresa.
  4. Investi piccoli importi su più progetti affinché eventuali inadempienze da parte delle aziende non vadano ad impattare sul portafoglio complessivo e non comportino perdite significative del capitale investito
  5. Non investire denaro al di sopra delle tue capacità e della tua personale propensione al rischio.

Investimento: gestire i propri risparmi minimizzando il rischio

Se decidi di investire il tuo denaro devi accettare che qualunque sia la forma o lo strumento di investimento che decidi di utilizzare, è inclusa una più o meno alta dose di rischio.

Da questo punto di vista il Lending Crowdfunding non è diverso dai canali finanziari tradizionali. Una fondamentale caratteristica però lo distingue dalle altre: il bilanciamento tra i pericoli e i rendimenti è nettamente a favore di questi ultimi.

In ogni caso per gestire i propri risparmi e minimizzare i fattori di rischio la parola d’ordine è “diversificare”. E poi vanno seguiti i cinque suggerimenti che ti abbiamo appena dato.

The Social Lender comunque non ti lascia solo ma rimane al tuo fianco aiutandoti a proteggere il tuo capitale:

Come?

Lo fa i 8 modi:

  1. Offrendo alle aziende richiedenti il prestito la possibilità di assicurare il capitale investito con una polizza assicurativa che interviene in favore degli investitori qualora l’impresa andasse in default, restituendo a tutti l’intero importo/capitale prestato.
    Nelle schede dei progetti è segnalato se l’azienda ha usufruito o meno della copertura assicurativa.
  2. In caso di necessità, la piattaforma si fa carico di tutte le attività di Recupero Crediti, svolgendo sia operazioni di carattere giudiziale che stragiudiziale.
  3. Il tasso d’interesse sul capitale investito è fisso per tutta la durata del finanziamento, senza nessun costo nascosto. Riceverai la tua quota di interessi subito in anticipo il primo anno e poi ogni tre mesi dal secondo anno, fino alla restituzione del capitale investito.
    Non devi quindi aspettare il termine del contratto per toccare con mano i frutti del tuo investimento.
  4. The Social Lender è uno strumento digitale autorizzato e vigilato dalla Banca di Francia.
    La piattaforma è quindi obbligata ad applicare diverse e sicure procedure anti-rischio istituzionali quali:

    • AML – CTF (Anti-Money Laundering e Counter Terrorism Financing)
    • KYC (Know Your Customer)
    • PEP Status Verification (Politically Exposed).
  5. Il nostro Team verifica giornalmente che le transazioni in uscita delle aziende richiedenti siano coerenti con lo sviluppo e la crescita di ogni progetto, affinché ci sia la massima trasparenza nell’utilizzo della liquidità.
    Periodicamente gli investitori vengono informati sull’andamento dei progetti su cui è stato investito denaro.
  6. Un progetto d’impresa, per poter essere proposto sulla piattaforma, deve rispettare determinati criteri di selezione, fattibilità e sostenibilità.
    Lo analizziamo da capo a fondo prima attraverso algoritmi e matrici informatiche, poi servendoci di una squadra di analisti finanziari altamente qualificata: il giudizio e il punto di vista umano resta insostituibile. Escono indenni da tutte queste analisi solo quelle imprese che presentano un alto potenziale di successo sul mercato.
  7. Da questo punto di vista è importantissimo anche il confronto con l’imprenditore che vogliamo conoscere personalmente e con cui manteniamo un rapporto costante per tutto l’iter di vita del finanziamento.
  8. The Social Lender lascia agli investitori completa autonomia decisionale sui progetti da finanziare e sull’ammontare da destinare: decidi tu il livello di rischio che vuoi prenderti e verso quale settori sei più predisposto a investire.

Gestire i propri risparmi minimizzando il rischio

 

Gestire i propri risparmi e contribuire al bene comune

Investendo i tuoi risparmi attraverso il Lending Crowdfunding non solo proteggi il tuo futuro e migliori la tua situazione economica: contribuisci anche a migliorare la situazione economica del Paese.

Il tuo prestito contribuisce infatti allo sviluppo di aziende attive sul territorio italiano e ne favorisce la crescita. Crescita vuol dire maggiore ricchezza, più posti di lavoro, più benessere per più persone e così via.

In pratica scegliendo il Lending Crowdfunding intervieni attivamente sull’economia reale italiana.

Non poteva essere altrimenti dato che il Lending Crowdfunding è nato proprio con questa Mission e lo dimostra già dal nome: esso è infatti sinonimo di Social Lending e si è posizionato fin dagli esordi come un canale finanziario che agisce a livello sociale, etico e civile, supportando lo sviluppo di piccole e medie realtà imprenditoriali o di recente costituzione.

Investendo aiuti le imprese a crescere, supportando lo sviluppo dell’economia italiana e favorendo un potenziale aumento dell’occupazione.

Scopri subito i progetti su cui investire: clicca qui

«

Contattaci

Hai bisogno di aiuto o di supporto? Qui trovi tutti i riferimenti utili ad entrare in contatto con noi.

info@thesociallender.it +39 340 752 1383 Corso Vercelli, 5 - Milano


Follow us on

 

The Social Lender S.r.l. è Agente dell'Istituto di Pagamento comunitario LemonWay SAS , registrato con il numero 201801128 presso ACPR (Autorité de Control Prudentiel et de Résolution), vigilato da Banca di Francia.

La piattaforma, insieme all'Istituto di Pagamento, applica le Risk Procedures necessarie unitamente all'AML-CTF (anti-money landering e counter-terrorism financing), KYC (Know Your Customer) e PEP Status Verification (Politically Exposed Person).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi